Il Match

Internazionali Città di Perugia: Caruso vola in semifinale. Cobolli piegato in tre set

L'avolese batte il giovane toscano 6-4/3-6/6-3

Occorrono ben 2 ore e 24 minuti, a Salvatore Caruso, per imporsi su Flavio Cobolli e conquistare la semifinale del Challenger di Perugia. Dopo il parziale equilibrio evidenziato negli otto game iniziali del match, l'avolese, al nono, rispolvera l'aggressività già apprezzata nei giorni precedenti per strappare il servizio al rivale e portarsi sul 5-4, prima di annullare una palla break al 21enne fiorentino e chiudere il primo set con due giochi di vantaggio in cassaforte. Il secondo atto dell'incontro segna la rivalsa di Cobolli, caparbio nel rispondere al break messo a referto dal numero 96 del mondo nel terzo game con due controbreak fondamentali per riacciuffare la parità grazie a un sonoro 6-3 ai danni dell'avversario. La forza e la determinazione di Salvatore vengono fuori, tuttavia, al terzo set: a seguito di un alternarsi di cinque giochi favorevoli a testa nei rispettivi turni a favore degli sfidanti, il tennista siciliano ingrana la marcia decisiva per strappare il servizio al proprio contendente, costretto, a sua volta, a vedere scemare l'armonia dell'incontro in un passivo di due game. A nulla serve il momentaneo 3-5 di Cobolli: Caruso, infatti, chiude i conti sul 6-3 e raggiunge la semifinale degli Internazionali perugini grazie al terzo bottino pieno consecutivo timbrato negli ultimi cinque giorni.